Vinitaly ai blocchi di partenza

La grande kermesse nazionale e internazionale è sul punto di iniziare. Per gli amanti di Schioppetino, Barolo, Nero d’Avola, Chianti e Amarone, l’appuntamento è a Verona dal 7 al 10 aprile. Una fornita piattaforma di vini nazionali e internazionali e simpatiche iniziative gastronomiche attendono il pubblico nel recinto di Veronafiere.

 

Quello con Vinitaly è un appuntamento storico, dove l’industria del vino incontra il suo pubblico, ma anche potenziali nuovi clienti e mercati (quest’anno, infatti è la Cina l’invitato speciale) e, grazie a una serie d’iniziative, rende edotti gli appassionati dell’antica bevanda, sui nuovi prodotti dell’anno. La rappresentanza regionale è cospicua. Sono presenti le principali regioni produttrici di eccellenti vini e olii, l’altro prodotto principe italiano rappresentato al salone.

Le “danze saranno aperte” da una degustazione d’eccellenza, prevista, la vigilia, il 6 aprile, e organizzata in collaborazione con la prestigiosa rivista Wine Spectator nel Palazzo della Gran Guardia, nel cuore della Verona antica: “Finest Italian Wines: 100 Great Producers”(www.operawine.it), una carrellata dei migliori vini italiani.

Tra le altre sfiziose iniziative, le degustazioni del Gambero Rosso “I Tre Bicchieri”, con i 399 vini premiati con il prestigioso riconoscimento dei 3 bicchieri sulla guida Vini d’Italia, e “La via Naturale secondo il Gambero Rosso”. Da segnalare, poi, una degustazione tutta al femminile che celebrerà il 25° anniversario dell’Associazione Italiana Le Donne del Vino: “Le Donne del Vino: 25 anni di successo”.

Ma sono innumerevoli le degustazioni che si possono selezionare nel fitto calendario in programma e che permetteranno di trascorrere un lungo week-end da dedicare al “culto di Bacco”.

Vota questo articolo