Una creazione dolce-salata con i fichi

L’identikit

Frutto mediterraneo per eccellenza, il fico rilascia un succo deliziosamente zuccherato e si cucina sia fresco che secco. A fine agosto e inizio settembre, giunge l’epoca perfetta per godersi il frutto dolce e profumato dalla consistenza carnosa.

In Italia, la varietà più comune si conosce con il nome di “Dottato”. È il fico dalla buccia verde chiara, molto diffuso in Puglia e nel resto del Paese: viene considerato tra i migliori ed è il più usato per la produzione dei frutti secchi. Molto simile  a questo è anche il “Fico dell’Abate”. Tra i frutti dalla buccia scura, sempre provenienti dalla Puglia, sono quelli nominati “Napolitana” (ma si conoscono anche con altri nomi), perfetti per il consumo fresco.

La ricetta

Ricco di zuccheri - da consumare dunque con moderazione - il suo uso in cucina si concentra in due periodi dell’anno, a fine estate o autunno, quando lo si consuma fresco come frutta, in creative combinazioni salate, con il prosciutto o il formaggio cremoso per l’antipasto, come dolce, in creme, mousse, spume e torte.

La seconda epoca del fico è Natale, quando detiene il posto d’onore nel cabarét dei frutti secchi. La nostra ricetta vi propone un mix di dolce e salato: una squisita tarte tatin con fichi e prosciutto. Un tortino da preparare in mini porzioni e servire come apri pista per i primi pranzi di fine estate. Usando la pasta frolla già pronta, vi basterà sbucciare i fichi, prepararli, come spiegato nel passo a passo, mettere in forno e allestire la tavola per accogliere il primo piatto dalle sfumature autunnali.

Il prodotto Star

Per bagnare i fichi e fare in modo che non si secchino troppo durante la cottura nel forno, li abbiamo spennellati con un poco di brodo preparato con un cubetto de I Dadi Star – Classico: il ripieno manterrà la consistenza perfetta, né troppo secca, né troppo liquida.

Come pulirli

Per preparare questa, e altre ricette, vi ricordiamo due accorgimenti importanti da usare prima della cottura. In primo luogo, per scegliere il frutto ben maturo dovete osservare attentamente la frutta: se la buccia risulta un po’ arricciata, significa che la maturazione è avvenuta.

Inoltre, per la pulizia, evitate di immergerli nell’acqua, ne assorbirebbero troppa, basta passare un panno umido sopra alla buccia.

Vota questo articolo