Salse: addensare, legare, insaporire, creare

Besciamella, vinaigrette, al formaggio, al pesto, rosa, verde, alle noci … quanti tipi di salse conosciamo? Probabilmente infiniti, perché, oltre a quelle note e classiche, altrettante se ne possono creare in cucina ex novo.

Però, a volte, nel momento della creazione, qualche astuzia può tornare utile per ottenere il massimo dalle nostre salse: oggi vi diamo alcuni spunti per poter addensare, insaporire, legare, creare … un elemento imprescindibile dei nostri piatti più saporiti.

Addensare con la maizena

Il trucco della maizena è noto, grazie all’aggiunta di una cucchiaiata di farina di mais, si possono rendere più compatte quasi tutte le salse: da quella che servirà per irrorare il brasato alla vinaigrette creativa (con panna) per condire un’insalata invernale con finocchio sedano e cipollotti. È importante, però, curare alcuni dettagli:

  • Assicuratevi di setacciare con un colino per dolci la farina prima di aggiungerla direttamente agli altri ingredienti.
  • Oppure, sciogliete il cucchiaio di maizena in un bicchiere di acqua fredda per poi amalgamare meglio la farina al resto.
  • Un’altra possibilità per ottenere una vinaigrette più densa è usare la panna, prepararla il giorno prima e conservarla nel frigorifero. In questo caso, la miscela di panna e limone permette alla salsa di solidificarsi in attesa di essere usata.

Legare la salsa alla pasta

Per alcuni sarà il segreto di pulcinella, per altri, magari è una vera e propria scoperta. Fatto sta che la salsa e la pasta sono un connubio perfetto. A volte, però, a seconda del tipo di condimento usato, la salsa “scivola” sulla pasta e il risultato è piuttosto deludente. Il trucchetto usato da generazioni di cuoche e cuochi è il seguente:

  • Ogni volta che avete una salsa bianca o di verdure (quindi senza sugo) e dovete condire una pasta liscia e scivolosa, mettete da parte un po’ d’acqua di cottura e aggiungetela alla pasta quando la fate saltare in padella insieme al suo condimento.

Otterrete un insieme ben legato e cremoso come il nostro favoloso piatto di paccheri con carciofi, spinaci e camembert. Questo suggerimento vale anche per le salse a freddo tipo il pesto. Anche in questo caso, basterà aggiungere un po’ di acqua di cottura alla salsa prima di amalgamarla a trofie o linguine.

Insaporire con fantasia

Se volete che le vostre salse abbiano un sapore unico e diano un tocco di originalità ai vostri piatti, innanzitutto date libero sfogo alla vostra fantasia: sperimentate e provate mix inediti di ingredienti ispirandovi con i nostri consigli:

  • Nel caso di un pesto pronto, come il Tigullio Gran Pesto, fate rinvenire dei pomodorini secchi in acqua tiepida. Poi tritateli con un minipimer. Con questa salsa potrete condire dei fusilli o qualsiasi altro tipo di pasta corta.
  • Quando riducete una salsa nella pentola, dovete tenere presente che addensandosi anche il suo sapore si concentra. Con l’evaporazione del liquido, inoltre, la concentrazione del sale aumenta. Ricordatevelo al momento di aggiungere il sale, soprattutto se si tratta di una salsa che userete per il pesce.

Creare con semplicità

Seguendo queste indicazioni potrete creare infiniti tipi di salse ed essere sicuri di dare il meglio di voi con piatti più o meno elaborati ma sicruamente gustosi. Le carni di manzo, ad esempio, possono essere valoriazzate con una salsa al roquefort (o al gorgonzola) seguendo le indicazioni di questa video-ricetta. Per il vitello, la salsa "bianca" è perfetta e rapida da realizzare, leggete qui.

Se poi volete preparare in casa la salsa dolce con cui farcire, ad esempio, una golosa torta al formaggio fresco e fragole, fatela in casa seguendo un semplice passo a passo

Qual è il vostro trucco per preparare la salsa? Fatecelo sapere!

Vota questo articolo