Rosanna Marziale, chef stellata

Un libro che è un canto d’amore alla mozzarella di bufala campana, con cento ricette facili ed estremamente creative. Si intitola Evviva la mozzarella, proposte gourmand con la bufala campana (Gribaudo, 2012) ed è stato scritto dalla chef Rosanna Marziale del ristorante Le Colonne di Caserta, una stella Michelin.

Proposte culinarie fortemente legate al territorio e nate da un’idea di Allan Bay: “Lui è venuto spesso al mio ristorante e conosce la mia passione per la mozzarella così mi ha invitato a scrivere e spiegare in modo molto semplice le cento ricette pubblicate, molte delle quali avevo già proposto nei miei menù”.

A Caserta e provincia, il ristorante Le Colonne è un punto di riferimento per tutti i gourmand e gli amanti della cucina creativa made in Campania. “Ci conoscono da molti anni, prima con mio padre al fronte e adesso con me”, ci racconta Rosanna Marziale, che ricorda la versatilità della sua offerta che ha soddisfatto le esigenze più diverse, dai banchetti più eleganti fino ai catering offerti alla Reggia di Caserta alla personalità politica di turno.

Oggi, questa giovane donna chef che ha perfezionato la tecnica con maestri dei fornelli come lo chef pluristellato spagnolo Martin Barasategi o come il televisivo Gianfranco Vissani, è ormai una realtà non solo delle cucina campana e casertana. A catapultarla al successo nazionale ha contribuito senz’altro questa stretta relazione tra la sua cucina e la mozzarella di bufala campana Dop, il formaggio con cui è cresciuta:

“L’essere nata a Caserta ha condizionato molto il gusto per determinati prodotti, primo fra tutti la mozzarella di bufala, che sono abituata da sempre a mangiare fresca di giornata. Da lì a utilizzarla per la mia cucina il passo è stato automatico e molto naturale”.

Evviva la mozzarella! è il risultato di questa tenera passione di Rosanna: “Le ricette sono volutamente semplici e spiegate in modo efficace”, afferma la chef casertana, “perché non vogliono impressionare il lettore, ma vogliono fargli venire voglia di cucinare la mozzarella. Un modo come un altro di attirare l’interesse verso questo grande formaggio italiano”. E come è possibile cucinare una mozzarella di bufala senza farle perdere le caratteristiche che la rendono un formaggio unico al mondo?

“È vero”, risponde Rosanna, quando un prodotto è già così buono al naturale sembra un azzardo cucinarlo, perché la mozzarella quando è fresca si mangia direttamente a morsi. Per questo, la mano del cuoco non si deve sentire troppo e il prodotto deve sempre mantenere almeno una parte della sua consistenza naturale”.

Un esempio? “La palla di mozzarella, una mia ricetta composta da una mozzarella ripiena di taglierini al basilico impanata e fritta appoggiata su un letto di piselli. La preparo farcendo la mozzarella di pasta, richiudendola e poi proseguendo con una impanatura leggera. In questo modo riesco a unire tre elementi fondamentali come il formaggio, la pasta e la frittura ottenendo un piatto che nel nostro ristorante ha avuto molto successo”.

Naturalmente parliamo sempre e comunque di mozzarella di bufala campana Dop, anche se le ricette si possono realizzare anche con la mozzarella vaccina o mista,  a scapito però della consistenza e del sapore. Rosanna Marziale non ha dubbi: la mozzarella di bufala ha una marcia in più: “Può essere utilizzata come condimento, ma anche come piatto unico, ed è quindi un prodotto versatile. Tanto versatile che permette la creazione di piatti come la pizza al contrario, uno dei nostri classici che sto riproponendo nel ristorante”.

Se volete assaggiare le creazioni di Rosanna Marziale, nel suo ristorante potete trovare menù degustazione da 50 euro che comprendono tre piatti salati e uno dolce. Se volete invece prepararla in casa, correte a comprare il suo libro (in vendita a 16,90 euro).

Buon appetito e …  W la mozzarella!

 

Se volete iniziare a cimentarvi ai fornelli con il formaggio più amato dalla Marziale, date un'occhiata alle nostre ricette? Quale preferite?

Vota questo articolo