Per Natale, regali attorno alla cucina!

Un  ricettario fai-da-te molto creativo che raccoglie le ricette della nonna e riunisce attorno al progetto tre generazioni; un menù speciale con ricette a sorpresa; i piatti del Buon Ricordo … Eccovi le nostre idee regalo per questo Natale e, chissà, quelli a venire.

Se, come tutti, siete all’affannosa ricerca dell’idea originale da regalare a Natale, se anche voi amate quell’aria di famiglia che si sprigiona attorno a una tavolata imbandita per celebrare la festa più tradizionale dell’anno, se, infine, Natale per voi significa condividere pietanze da leccarsi i baffi, annessi e connessi … vi piaceranno le nostre 3 idee che, come ci auguriamo, potranno ispirarvi per l’ultima corsa ai regali (almeno 2) e per metterne in pista uno molto personalizzato per il Natale prossimo.

1. Le ricette di Ademamma: il fai-da-te dei nostri lettori!

 

Che cos’è? Un nuovo ricettario che troverete nelle librerie più fornite della città? Neanche per idea, questa raccolta di ricette non è in vendita ma tutti, senz'altro, ne hanno una un po' sgualcita nel cassetto o su una mensola, da rinnovare ispirandosi all'idea di una nostra lettrice, Gaia. Ingredienti (e attori principali) della case history: una di quelle super mamme italiane che cucinano in modo indimenticabile (Ade); due figlie (Gaia e Fiora) che, una volta cresciute, decidono di raccogliere tutte le ricette gustate negli anni, e sparpagliate su foglietti volanti, per non perderne il sapore; tre nipotine (Agni, Lisa e Manni) che dovranno mettere mano a pennarelli, pongo e collage. Un lavoro lungo un anno, ne abbiamo parlato il  giorno di Natale, lo abbiamo fatto il Natale successivo”, racconta Gaia.

C'è voluto tempo per raccogliere le ricette, riscriverle e, soprattutto, far fare i disegni alle nipotine che, come tutti i bambini, spontaneamente disegnano tantissimo, meno su ordinazione … Un’idea che tutti possono riprodurre a casa. Una volta scritte (o riscritte) le ricette e messi all’opera i piccoli di casa per la parte delle illustrazioni, in Rete si possono trovare numerosi tutorial e indicazione per poter stampare e rilegare. Immaginiamo l’emozione di “Nonna Ade” quando ha ricevute in regalo il ricettario che raccoglieva anni di riusciti esperimenti in cucina. L’idea di un ricettario ponte, a cui hanno messo mano tre generazioni, ci è parsa deliziosa. Da mettere in pista questo Natale, per realizzarla il prossimo, magari quando sarete riuniti attorno a una tavola imbandita da una super nonna (o mamma) come Ade!

 

2. Le proposte culinarie di Star: il piano B del Natale in famiglia

 

Nella maggioranza delle case italiane, nonostante i tempi difficili, si consuma il rito del Natale, con abbondanza di regali (e quest’anno il record va proprio a quelli gastronomici), pietanze e ritrovo dei parenti attorno alla tavola imbandita. E se quest’anno decidessimo di preparare accanto ai piatti della tradizione, ricette nuove da accompagnare a quelle tipiche della vostra regione? In Star abbiamo pensato all’eventualità e, allo scopo, abbiamo “imbandito” il sito di questi giorni con qualche idea in più. E se la tradizione vi sta un po' stretta, suggeriamo di puntare su ricette che si vedono poco sulla tavola natalizia.

Iniziamo da un guazzetto di polpetti alla paprika dolce da mettere tra gli antipasti; continuiamo con un risotto verde di calamari e cicale e intercaliamo con una “ricetta di razza”, concessa a Star dall’avvocato-cuoco più famoso d’Italia: uno squisito carrè di agnello di Tiziana Stefanelli, con mostarda di Cremona e crema di zucca al burro. Per finire in dolcezza, oltre a classico panettone (che non mancherà), eccovi la nostra ricetta per preparare una golosa torta bourdaloue con tanto di pesche sciroppate e marmellata di albicocche. Un piano B che vi permetterrà di fare la ginkana tra i piatti della tradizione e lasciare piacevolmente sorpresi i vostri ospiti.

 

3. I Piatti del Buon Ricordo

 

C’è chi li conosce – e ne fa collezione – e chi non ne sa nulla. È questa l’occasione giusta per fare la loro conoscenza. Attorno a loro si è generato un vero e proprio culto, tanto da dare vita anche a un sito di collezionisti. Sono piatti in ceramica, dipinti a mano dalle Ceramiche Artistiche Solimene di Vietri sul Mare, famiglia di ceramisti della Costiera Amalfitana, e che si trovano in molti ristoranti del Belpaese. All’associazione dei Piatti del Buon Ricordo, però, non si accede facilmente: Ciascun Ristorante del Buon Ricordo crea un piatto che racchiude e rappresenta al meglio i sapori della sua terra e diventa il simbolo del locale. La specialità, che rimane in carta tutto l’anno, è raffigurata su un piatto di ceramica, che viene dato in dono a chi la gusta”, si legge nella presentazione del sito.

È dal 1964 che i piatti vengono prodotti con la stessa tecnica. Se, per il vostro acquisto, non potete andare al ristorante prescelto, ne troverete in vendita anche su ebay. Questi piatti hanno un fascino particolare, sia perché rappresentano un’opera di artigianato magistrale e unica, sia perché un “ricordo” presentato in questa forma risulta essere molto originale: chi non ne ha uno legato a un certo ristorante? Il primo appuntamento galante, i pranzi di famiglia o il ritrovo con gli amici di sempre? I piatti, in genere, si appendono alla parete o si appoggiano su una mensola.

Quale idea vi piace di più?

Vota questo articolo