Natale gastronomico con variazioni sul tema

Il Natale italiano non è tale se non si consuma a tavola, una tradizione che si perpetra di generazione in generazione. E anche se ai giorni nostri, i pasti non sono più così abbondanti – come quando eccezionalmente si mangiava bene soltanto a Natale -, è pur sempre attorno a una tavola imbandita che la maggior parte di noi festeggerà la ricorrenza assieme ai propri cari.

La tradizione rivisitata

Nella cesta della spesa finiranno salmone, frutti di mare, carni da arrosto o da cuocere al forno, verdure da fare fritte in pastella o intingolo, ingredienti per condire paste fresche e risotti, pasticceria. I più tradizionalisti non sapranno certamente rinunciare alla pasta fatta in casa, ai tortellini, ai ravioli, al cappone, al tacchino farcito … senza contare il panettone, il pandoro e tutte le varianti di dolci ragionali.

Per dare una svolta creativa al vostro Natale, potrete realizzare ricette classiche rielaborate con varianti sugli ingredienti e la presentazione. L’operazione vi risulterà più facile sveltendo alcune parti della preparazione con l’utilizzo di brodi e sughi pronti.

Antipasti

Come ogni pasto natalizio che si rispetti, iniziamo dall’antipasto. Oltre ai classici taglieri di affettati, il salmone potrà essere al centro dei vostri apri-pista. In poche mosse potrete preparare delle simpatiche tartine imbottite di Tigullio Gran Pesto alla Genovese con fettine di pesce affumicato. Un'alternativa simpatica e creativa è costituita da gustosi sacchettini preparati con la pasta sfoglia già pronta, da farcire con questo pesce imprescindibile delle feste e il radicchio passato in padella.

Primi

Le portate principali si possono spartire il primato della tradizione e dell’innovazione. Per quest'anno abbiamo pensato di offrirvi due proposte di gnocchi (da comprare fatti o da fare in casa). Nel primo caso, vi suggeriamo di fare una concessione alla tradizione e condire gli gnocchi con un sontuoso ragù di cinghiale da profumare con Il Mio Sugo Star Datterino. Volete una variante creativa e più "moderna"? Provate a fare voi in casa gli gnocchi usando la farina di grano saraceno. In questo caso, vi basterà procurarvi una confezione de Il Mio Ragù Star Amatriciana e condire la pasta che piacerà a tutti i commensali, senza distinzione d'età!

 

Secondicontorni

Passiamo al secondo? Per restare sulla scia della tradizione, leggetevi questa ricetta utile per preparare la tasca di vitello ripieno. In questo caso faciliterete la rosolatura delle carni bagnandole con Il Mio Brodo Star - Carne Mista. L'alternativa senza la carne è la tasca di frittata farcita con il pesto pronto mescolato al formaggio spalmabile. I condimenti sono altrettanto importanti in un pasto natalizio che si rispetti. Noi abbiamo pensato alle cipolline. Nel primo caso, potrete offrire ai vostri ospiti delle cipolline brasate, arricchite da un tocco di pomodoro Datterino. Per un twist originale e corposo, tale come deve essere un contorno di Natale, proponiamo le cipolline con castagne profumate al timo: un contorno che non mancherà di stupire i vostri commensali. Il Mio Brodo Star - Verdure è fondamentale per portare a termine la cottura e completare il piatto. 

 

Dessert 

Un Natale non è tale senza panettone, pandoro, frutta secca, torroni, panforti, crema pasticcera con la quale, magari, farcire fettine di pandoro. Ma non è tutto. Ogni regione, in questo periodo dell'anno, si sbizzarisce e tutti i cuochi di casa danno il meglio di sé attingendo, proprio per questa portata, alla migliore delle tradizioni pasticcere locali. Per questo Natale, vi proponiamo di preparare il buccellato siciliano aromatizzato con il tè ai frutti di bosco con glassa e granella di zucchero.

Come sarà il vostro Natale a tavola tradizionale o innovativo?

Vota questo articolo