L’uovo, un alimento sano

Ecco perché è venerato dagli atleti

      Tornate a casa dopo una dura giornata di lavoro e nel frigorifero sono rimaste solo alcune uova. C’è da preoccuparsi? Affatto! Disponete comunque di uno degli alimenti più versatili della cucina.

Sai quante uova puoi consumare senza che colesterolo schizzi alle stelle? Ebbene, secondo gli ultimi studi, se avete uno stile di vita salutare, anche uno al giorno. Sette uova alla settimana, senza problemi. Sarà per questo che le uova non mancano mai nella dieta degli sportivi, soprattutto perché hanno un sacco di proteine che non solo aiutano nell’allenamento, ma contribuiscono ad evitare la perdita di massa muscolare quando si rimane a riposo a causa di un infortunio.

 

Per tutti i gusti

Alla coque, in camicia, sodo, all’occhio di bue, al tegamino, strapazzato, con patate, in frittata, come base per mayonese e salse, le chiare montate a neve, i tuorli usati per impanare... vogliamo continuare? Stiamo parlando di un alimento estremamente versatile, sia come ingrediente principale che come ingrediente secondario. Con l’uovo, infatti, è possibile aromatizzare, spessire, conservare e agglutinare molti altri piatti.

 

Alto potere saziante

Oltre ad essere versatili, le uova sono un alimento economico, sano e nutriente. E no, non fanno ingrassare. Un uovo di dimensioni medie apporta solo 71 calorie. Inoltre, avendo un alto effetto saziante, è molto utile nelle diete dimagranti. Domani provate a fare colazione con un paio di uova e vedrete quanto tempo passerà prima di avere di nuovo fame!

E tutte queste proprietà non cambiano se l’uovo è bianco o scuro. Il colore del guscio non altera le propietà di questo alimento. La pigmentazione dell’uovo viene determinada solo dalla razza alla quale appartiene la gallina.

Sempre fresco

Si deve sempre controllare la data di scadenza di un uovo. Di solito è indicata nel guscio insieme a tutta una serie di dati che si riferiscono al Comune, alla Provincia e allo Stato dove è stato prodotto, oltre che alla tipologia di allevamento. E se nel guscio non è indicata la data di scadenza, puoi sempre seguire un semplice trucco: sommergi l’uovo dentro un bicchiere d’agua. Se affonda, allora si può consumare, se galleggia, lo si può traquillamente buttare.

 

 

 

E tu, quante uova consumi alla settimana? Qual è la tua ricetta a base di uova preferita?

 

DESPIECE

 

 

 

Conservalo come si deve

L’uovo è molto sensibile ai cambiamenti bruschi di temperatura. Per questo, si raccomanda di tirarlo fuori dal frigorifero poco prima di cucinarlo e si sconsiglia di lavarlo perché così facendo si distrugge la pellicola naturale che lo protegge e si evita che entrino microorganismi patogeni. Inoltre, l’uovo lesso si digerisce meglio di quello fritto perché bollendolo in acqua non aggiungiamo grassi alla preparazione. Ricordate inoltre che per evitare la salmonella, per esempio, si deve cucinare l’uovo fino alla temperatura di coagulazione.      

Vota questo articolo