I magnifici sette della Michelin 2013

Resta invariato il numero di tristellati italiani nella nuova guida Michelin 2013, mentre l’Italia si consolida come secondo Paese al mondo, dietro la Francia, come numero totale di stelle.

 

Per la cucina italiana, la più grande novità della 58esima edizione della Guida Michelin sono le tre stelle del ristorante Piazza Duomo di Alba (Cuneo), che atterra nel club dei sette tristellati, da cui esce Al sorriso, in provincia di Novara, che passa da tre a due stelle. Gli altri sei ristoranti con tre stelle restano Dal Pescatore, a Canneto sull'Oglio (Mn), Da Vittorio, a Brusaporto (Bg), Le Calandre, a Rubano (Pd), l'Osteria francescana di Modena, l’Enoteca Pinchiorri di Firenze e La Pergola di Roma.

 

Tra le altre novità della “rossa” nella sua edizione 2013, ben 26 new entry con una stella e tre con due stelle. Tra le regioni con più ristoranti stellati spicca la Lombardia con 56, seguita dal Piemonte con 38 e della Campania con 32. Tra le città, nell’ordine, Bolzano (17 ristoranti), Roma (16) e Napoli (16).


Avete mai cenato in un ristorante con stella Michelin? Qual è il vostro ristorante stellato preferito? 

Vota questo articolo