Funghi

In autunno, non c’è nulla di meglio che trascorrere una giornata in famiglia nel bosco, assieme a tutta la famiglia. E, vista la stagione, riempire il cestino di funghi, che poi finiranno in tavola in gustose pietanze, è una passione da condividere. Ma, attenzione! Prima della spedizione, fatevi un piccolo ripasso sulle caratteristiche di questi favolosi frutti che il bosco ci mette a disposizione. E, soprattutto, non correte rischi! Nel dubbio, astenetevi dal consumare funghi raccolti dall’aspetto sospetto. Ecco, di seguito, i nostri consigli.

 

Quelli di Borgotaro sono tra i più famosi, ma in molte altre zone dell’Italia del Nord e del Centro si pratica la “caccia” ai porcini e altre specie di funghi, la cui stagione ideale cade proprio in questo periodo. Il mondo dei funghi è estremamente ricco e in Italia esistono migliaia di varietà, ma non tutti sono commestibili. Per questo motivo, la raccolta deve essere fatta con tutte le precauzioni del caso.

gnocchi

Solo le specie conosciute

Se non siete propriamente degli esperti, la prima cosa da fare è informarsi e imparare a riconoscere le varietà più comuni. A questo proposito, sono molte le guide disponibili sul mercato, però l’ideale è, per i primi tempi, cercare il consiglio degli esperti. E comunque, per sicurezza, raccogliete soltanto i funghi che conoscete e di cui siete sicuri al 100%.

funghi

Si camuffano bene

Le mazze di tamburo, i prataioli, gli ovuli, i finferli i porcini … sono tra le specie più commestibili e facili da identificare. Però, alcuni funghi tossici assomigliano a queste e si possono distinguere soltanto osservando bene la struttura, il modo in cui si rompono e altri aspetti che, se non siete esperti, difficilmente riuscirete a determinare. In questo caso, è sempre meglio non raccoglierli e lasciare che adempiano al proprio compito nell’equo sistema.

funghi

Alcuni funghi rilasciano un forte odore, repellente, però altri hanno un aspetto molto invitante, tipo la colombina rossa, che con la sua bellissima cappella sgargiante risulta essere molto ingannevole. Questo è infatti un fungo molto tossico. Non cedete alla tentazione e se vi imbattete in una colombina, lasciatela là dove si trova.

funghi

Come raccoglierli

Normalmente la stagione dei funghi va dall’autunno alla primavera. Non c’è dubbio, però, che in autunno cresce il maggior numero delle varietà  ed è perciò che tutti gli appassionati si riversano nel bosco in questa stagione. La quantità di funghi che riuscirete a raccogliere, più che dalla stagionalità dipende dall’umidità e dalla temperatura ambiente: se non piove da molto, meglio dedicarsi a un’altra attività. Difficilmente la raccolta sarà buona!

funghi

Come si preparano

E quando il cesto è pieno come si cucinano queste delizie? I porcini sono composti per un 90% da acqua e sono molto bassi in calorie. Sono dunque un alimento perfetto per tutti. L’ideale è cuocerli alla brace, al gratin, in padella con aglio e patate, in un sugo per succulenti risotti o tagliatelle fatte in casa, con le uova o crudi, in zuppa, in insalata, come gli champignon.

tagliatelle

Vi piacciono i funghi? Eccovi un menù di antipasti a base di questa delizia autunnale!

Vota questo articolo