Finocchio, una ricetta, un prodotto, un trucco

L’identikit

Dolce, aromatico e digestivo, il finocchio è una pianta silvestre. Già nell’antichità era molto apprezzato per le sue qualità aromatiche e la sua coltivazione pare risalire al 1500. Attualmente, i principali coltivatori di quest’ortaggio sono gli italiani e sulle nostre tavole si possono trovare tagliati a fettine in insalata, cotti con besciamella, bolliti con le patate e i fagiolini. Si possono, inoltre, cuocere in zuppe o creme, come si procede per la vichyssoise. Il bulbo lega molto bene con le carni bianche e il salmone.

Della variante selvatica, il finocchietto, si utilizzano i frutti e i semi per insaporire minestre, piatti di pesce e insalate. L’ortaggio viene ampiamente usato nella cucina siciliana, come nella ricetta della pasta con le sarde. Con i semi, in Puglia, si aromatizzano i taralli, biscottini salati, o altri tipi di dolci e ciambelle. Nel Piemonte, sono uno degli ingredienti di base del finocchino, un biscottino dolce, mentre nelle zone costiere del Tirreno si utilizzano i fiori, i semi e le foglie per produrre un liquore di finocchietto. Viene utilizzato anche per infusi e tisane che sfruttano le sue proprietà digestive.

I mesi migliori per consumare il finocchio fresco sono la primavera, l’estate e l’autunno.

La ricetta

In estate, si consuma di preferenza fresco e croccante in insalata, nei mesi più freddi lo si preferisce cotto. Per questo motivo, proponiamo un piatto autunnale, il tortino goloso al forno, il modo migliore per introdurvi all’uso di questa verdura che, come tutte le altre, non dovrebbe mancare sulla vostra tavola.

Questa proposta è perfetta come piatto unico, da portare in ufficio se ne avanza il giorno dopo per la pausa pranzo o come contorno per piatti, ad esempio, di pesci al cartoccio o carne grigliata.

Il tocco goloso della ricetta consiste nell’aggiungere della scamorza nel momento finale della cottura al forno. Seguite il nostro consiglio e il vostro piatto di “verdure” non vi deluderà!

Il prodotto Star

Il Mio Brodo Star Verdure è il prodotto adatto da selezionare per questo tipo di piatti. Ci è servito per cuocere le verdure e insaporire con delicatezza. Se decidete di seguire il nostro consiglio, evitate il sale e, se vi piace, aggiungete solo un pizzico di pepe.

Come pulirli

Per cucinare il bulbo dei finocchi, prima eliminate le barbette, i gambi e le foglie più dure. Di quelle che restano, dovete eliminare i filamenti (utilizzando un coltellino o un pelapatate dalla punta verso il torsolo). A questo punto, potete tagliarlo in quarti o a spicchi più piccoli.

Passate i quarti in acqua prima di cucinarli, meglio se sciacquati in acqua acidulata con del succo di limone. Questo permetterà al finocchio di mantenersi perfettamente bianco.

Vota questo articolo