Come migliorare l’abbronzatura … mangiando!

Non è un segreto per nessuno che alcuni alimenti “aiutano” a mantenere la pelle in buona salute durante l'esposizione al sole.

Fermo restando che, prima, durante e dopo qualsiasi tipo di esposizione, è di vitale importanza spalmare il corpo con creme ad alto fattore di protezione e/o riparatrici e che, è sempre meglio evitare di esporsi durante le ore più calde, piace a tutti, in estate, sfoggiare un corpo sano e una pelle leggermente più scura del solito.

In questo, entrano in gioco anche gli alimenti. Alcune delle regole d’oro per predisporre e mantenere sana la pelle mentre ci si abbronza si possono riassumere in:

Inserire nella propria alimentazione alimenti ricchi di acqua, sali minerali e vitamine.

Assumere alimenti ricchi in beta carotene. Questo nutriente nel nostro organismo si trasforma in Vitamina A, che tra le sue funzionalità, ha anche quella di mantenere la pelle sana.

Non farsi mancare alimenti ricchi in antiossidanti che proteggono la pelle dall’invecchiamento precoce e dagli effetti dannosi dei raggi UV.

E come si traducono in tavola queste tre regole di base?

Innanzitutto, bevendo molta acqua per ripristinare la perdita di liquidi con la sudorazione.

In secondo luogo, includendo in tutti i pasti della giornata frutta e verdura ricche di beta carotene, che garantiscono la protezione alla pelle: carote, pomodori, ma anche pesche, albicocche, anguriabroccoli, rucola e meloni.

Ricordiamo, inoltre, che vista la stagione, un’alimentazione equilibrata, leggera e varia, prima e dopo le nuotate al mare o in piscina o le scorazzate in montagna, contribuisce al mantenimento di un organismo in forma, nel quale risalterà ancora di più un bel colore dorato della pelle … sempre non dimenticando le precauzioni del caso.

 

Vota questo articolo