Porri in padella con speck, salvia e noci

porri in padella

0 Voti | 0 Commenti

I porri in padella, contorno gustoso e veloce da fare, che può anche essere una preparazione base da usare per altre ricette, come condimento o ripieno. Ma come cucinare i porri in padella? Vi sono tantissimi modi diversi di sfruttare questo ingrediente: preparatene pure in abbondanza, più avanti daremo dei consigli su come utilizzare anche eventuali avanzi.

Porri in padella, contorno sfizioso e semplice

I porri in padella, ricetta semplice e genuina, si preparano davvero velocemente ed hanno un gusto delicato. Partiamo dicendo che i porri sono un ortaggio simile alla cipolla ma dal gusto meno pungente e quindi adatto a tutti i palati.

Sono poco calorici e presentano inoltre importanti proprietà diuretiche, in quanto sono ricchi di acqua (quasi al 90%), e sono quindi ideali per preparare delle ricette light.

Esistono numerose ricette con i porri in padella: ad esempio, essendo più delicati della cipolla, possono essere utilizzati per soffritti dal gusto più leggero. Non considerateli, però, come un ingrediente di secondo piano ma rendeteli protagonisti dei vostri piatti. Questa ricetta di porri saltati in padella con speck, salvia e noci è uno dei contorni di verdure più ricchi che possa offrire ai tuoi bambini.

  • 20-40 min
  • 4
  • Facile
  • Secondi

Ingredienti

Preparazione: Porri in padella con speck, salvia e noci

porri in padella
Step 1
porri in padella
Step 2
porri in padella
Step 3
porri in padella
Step 4
porri in padella
Step 5
  • Step 1

    Pulite i porri eliminando la barbetta alla base del bulbo, le foglie esterne e le parti verdi. Lavateli ed asciugateli bene. A questo punto tagliateli a rondelle spesse circa ½ centimetro e teneteli da parte.

  • Step 2

    Preparate tutti gli ingredienti che serviranno per la ricetta: per prima cosa tagliate le fette di speck a striscioline, poi sgusciate le noci e tritatele grossolanamente con l’aiuto di un coltello. Fatele tostare leggermente in una padella antiaderente senza grassi e tenetele da parte. Lavate le foglie di salvia, asciugatele e poi tagliatele a striscioline, tenendo da parte quelle che invece serviranno per la decorazione dei piatti.

  • Step 3

    Fate scaldare un’antiaderente bassa e larga dove andremo a realizzare la cottura dei porri saltati in padella. Aggiungete un cucchiaio di olio extravergine d’oliva e fate rosolare brevemente la salvia e lo speck. Si dovranno colorire e lo speck dovrà essere rosolato e croccante.

  • Step 4

    A questo punto aggiungete i porri e lasciate cuocere per un paio di minuti, sempre a fuoco vivace in modo che si insaporiscano. Dopo questa prima rosolatura, unite 1 cubetto de Il Mio Dado Star Classico -30% di sale, accompagnato da un mestolo di acqua e proseguite la cottura per altri 10 minuti, durante i quali i porri dovranno stufare dolcemente.

  • Step 5

    A fine cottura, regolate di pepe e, se serve, di sale. Servite i porri in padella nei piatti, spolverate con le noci spezzettate e completate con una fogliolina di salvia. Per un tocco più goloso potete friggere le foglie di salvia che andranno a decorare i piatti. Sarà una piccola coccola per i vostri commensali, perché si sa, il fritto mette sempre tutti d’accordo.

Come riutilizzare i porri in padella

Se vi dovessero avanzare dei porri in padella, niente paura. Come detto, i porri sono ideali anche per condire una semplice pasta oppure potete usarli per preparare una golosa torta salata o, ancora, possono essere un ripieno sfizioso per dei ravioli fatti in casa, conditi poi semplicemente con del burro e del pepe nero macinato al momento.

Tenete anche presente che si abbinano molto bene ai formaggi, sia quelli dal gusto delicato che quelli dal gusto più deciso come ad esempio il gorgonzola, il taleggio o il roquefort. Potete anche preparare una zuppa di porri al posto della famosa zuppa di cipolle di origine francese. Copritela con delle fette di pane casereccio e Gruviera, prima di farla gratinare in forno. Servitela ovviamente fumante.

Altre ricette con i porri

I porri sono una verdura versatile e possono essere preparati in moltissimi modi e ricette.

I porri, tagliati a fettine sottili, possono essere consumati anche crudi in pinzimonio, o utilizzati per aromatizzare e dare un tocco più gustoso alle vostre insalate. Se decidete però di consumarli crudi, non tagliateli troppo in anticipo perché tendono ad annerire. Tagliateli, quindi, appena prima di condirli.

Se invece li amate cotti, si può prepare un contorno di porri saltati in padella oppure si possono cucinare bolliti e poi semplicemente conditi con olio, sale e pepe.

E non solo: i porri in padella possono essere utilizzati per un primo piatto di pasta, come ad esempio questi roller di lasagne ai porri . Per chi ama le zuppe consigliamo la zuppa di porri e patate .

Consigli di preparazione: Porri in padella con speck, salvia e noci

Porri: come conservarli

Se invece dovete conservare i porri crudi, è bene avvolgerli in un canovaccio umido, in questo modo si conserveranno in frigorifero per qualche giorno. In alternativa al canovaccio, potete avvolgerli in carta assorbente inumidita di acqua. Vedrete che questo procedimento allungherà i giorni di conservazione.

I porri possono essere anche congelati  dopo averli puliti, lavati e tagliati a rondelle. Prima di metterli nei sacchetti da freezer, controllate che siano ben asciutti in modo che non si attacchino tra loro e diventino dei cubetti di ghiaccio.

Ultimo consiglio: verificate sempre che i porri siano freschi prima di utilizzarli. Dovranno essere ben sodi ed avere un colore accesso. Dopo qualche giorno inizieranno ad appassire e a perdere un po’ di turgidità ed il sapore diventerà più pungente.

Altri contenuti che ti potrebbero interessare...

Per poter partecipare, ricordati che devi registrarti per entrare a far parte della nostra community.

Se sei registrato...

Entra
o

Non sei ancora un membro della community?

Registrati
shadow