Tortino di patate e prosciutto cotto di Praga

Un torta salata, una quiche, uno sformato, sono sempre benvenuti sulla tavola di tutti i giorni.Leggi di più...

  • 20-40 min
  • Facile
  • 4 persone

Ingredienti

Preparazione Tortino di patate e prosciutto cotto di Praga

  • Pulite bene le patate, pelatele e tagliatele a rondelle dello spessore di 3-4 millimetri, poi rosolatele in padella con poco olio extravergine di oliva e il Mio Dado Star - Classico -30% di sale.

    Step 1

    Pulite bene le patate, pelatele e tagliatele a rondelle dello spessore di 3-4 millimetri, poi rosolatele in padella con poco olio extravergine di oliva e il Mio Dado Star - Classico -30% di sale. Quando le patate saranno dorate, toglietele dal fuoco e iniziate la preparazione dei tortini.

  • Sbattete le uova in una ciotola con un pizzico di sale e pepe, poi tagliate il prosciutto a striscioline abbastanza larghe.

    Step 2

    Sbattete le uova in una ciotola con un pizzico di sale e pepe, poi tagliate il prosciutto a striscioline abbastanza larghe. Ungete 4 pirofile monoporzione e al loro interno alternate le patate con il prosciutto e il timo.

  • Completate versando due cucchiai di uovo sbattuto in ogni pirofila, infornate per 10 min a 200° e servite decorando la superficie con i semi di lino.

    Step 3

    Completate versando due cucchiai di uovo sbattuto in ogni pirofila, infornate per 10 min a 200° e servite decorando la superficie con i semi di lino.

Valuta questa ricetta

Consigli per cucinare Tortino di patate e prosciutto cotto di praga

Nell’ottica di non “buttare mai via niente”, tenete presente che questo piatto può essere preparato anche con patate avanzate, magari fatte bollire in precedenza per  un’altra ricetta. Il suo gusto rimarrà invariato.

Truco destacado de la receta
Prova il nuovo Gran Ragù con Polpette

nella versione Classica e Salsiccia

Chissà perche questi piatti riscuotono sempre molto successo. Forse perché sono presentati in modo simpatico e sono più facili da mangiare, o perché la farcitura, composta da un mix di ingredienti vari, risulta sempre molto gustosa e particolarmente gradita al palato.

Tante e quasi infinite le versioni di torte e tortine salate che potete preparare: con le verdure, con la carne, con i formaggi, con il pesce…

Oggi vi presentiamo una ricetta molto semplice, composta con ingredienti ridotti al minimo ma, certamente, molto gustosa: un tortino di patate farcito con il prosciutto cotto di Praga e guarnito con i semi di lino.

La grazia di questo piatto consiste nella sostituzione della pasta sfoglia con le patate che costituiscono l’involucro  - particolarmente saporito - del tortino. La preparazione è molto semplice e non vi porterà via molto tempo. Se avete più tempo a disposizione potete prepararne una versione più complessa, che vi terrà occupati un po’ più a lungo.

Un tortino rivisitato

Come tutte le nostre proposte, infatti, il tortino di patate, praga e semi di lino può essere preparato esattamente come ve lo proponiamo noi oppure utilizzato come base, da arricchire, ad esempio, con del formaggio filante tipo gruviera o mozzarella, oppure da modificare decisamente, utilizzando altri affettati, come salame o prosciutto crudo, in sostituzione del prosciutto cotto di Praga.

In ogni caso, la ricetta di oggi è un ottimo piatto da utilizzare come spuntino, come antipasto, se presentato in monoporzione, o come goloso secondo piatto, da accompagnare con un’insalata fresca, che piacerà ai grandi e ai piccini di casa.

Potete conservarlo anche in frigorifero per alcuni giorni e portarlo al lavoro per la pausa pranzo. Fra i suoi punti a favore, si riscalda in pochi minuti nel microonde.

Volete sapere come si compone il tortino al praga e ai semi di lino? Facile: leggete qui e mettetevi all’opera!

Cucinare con i semi

Tra le novità gastronomiche degli ultimi anni, troviamo il ritorno in auge dei grani e dei semi. Lino, sesamo, papavero, girasole: i semi di questi cereali vengono utilizzati per guarnire ricette di primi, secondi, antipasti e contorni. Ma la loro funzione non è soltanto di bellezza, sono infatti molto salutari. Vediamo insieme alcune caratteristiche.

La maggioranza dei semi che vengono usati nelle nostre ricette sono considerati “oleosi” e, a seconda del tipo, sono ricchi di fibre, vitamine, grassi polinsaturi e minerali, che aiutano l’organismo a svolgere le sue funzioni.

Tra i semi più conosciuti e più utilizzati in cucina troviamo i semi di girasole, papavero, lino, zucca, sesamo e, tra i nuovi arrivati (per quanto riguarda l’uso ma non certo l’antichità), i semi di chia, arrivati da poco in Europa ma già da molto tempo utilizzati nei piatti e nelle ricette del Sudamerica.

Vi sono molti modi di usare i semi in cucina e sarebbe buona norma integrarli nei nostri piatti quotidiani, per renderli più piacevoli alla vista, più sani e anche, a seconda dei casi, più croccanti.

Tra i piatti che meglio “accolgono i semi”: le insalate, le verdure saltate, i primi piatti di pasta fresca, gli yogurt, i biscotti, il pane, le torte, le zuppe e le minestre.  Ma i semi si possono usare anche nelle panature, come i semi di sesamo, che sostituiscono egregiamente il pangrattato nella frittura del pesce a tranci.

Il modo ideale di utilizzarli è a crudo e a ricetta finita, ma possono essere anche tostati leggermente in padella e aggiunti agli altri ingredienti a fine preparazione.

Le nostre ricette con i semi

Nel sito Star potete trovare molti spunti e idee di ricette con i semi. Tra queste vi segnaliamo una sana e saporita vellutata di porri e semi di papavero, uno sfizioso filetto di merluzzo in crosta, e degli spiedini di verdure arricchiti con una cucchiaiata di semi di sesamo. Ma sono più di un centinaio le ricette a cui potete attingere per mettere insieme i vostri piatti con i semi.

Date un’occhiate e fateci sapere!