Pizza vegetariana

La pizza è diventata nel tempo l’emblema dell’Italia e della nostra tradizione culinaria in tutto il mondo: allora perché non provare a farla in casa, con ingredienti genuini? Con la nostra ricetta per la pizza vegetariana vi spieghiamo passo passo come realizzare l’impasto perfetto.Leggi di più...

  • 40-60 min
  • Medio
  • 4 persone

Ingredienti

Preparazione Pizza vegetariana

  • pizza vegetariana

    Step 1

    Mettete la farina su una spianatoia di legno (o in alternativa in una ciotola) insieme allo zucchero. Fate un buco al centro e aggiungete il lievito. Versate lentamente l'acqua e lavorate l'impasto con le mani fino a ottenere una palla liscia. Aggiungete il sale e l'olio extra vergine di oliva e continuate ad impastare fino a quando il composto non diventerà liscio e morbido.

  • pizza vegetariana

    Step 2

    Coprite l'impasto con un panno umido e lasciatelo lievitare per due ore, o fino a quando le sue dimensioni non siano raddoppiate.

  • pizza vegetariana

    Step 3

    Trascorso questo tempo, tagliate la pasta in 4 parti. Stendetela bene formando 4 pizzette tonde, quindi lasciate riposare altri dieci minuti.

  • Step 4

    Versate la Polpa Bella Star Polposi Cubetti sopra ogni pizza e con l'aiuto di un pennello o un cucchiaio spargete il pomodoro. Aggiungete la mozzarella su ogni pizza.

  • Step 5

    Tagliate le zucchine, le melanzane, la cipolla e i peperoni a fette. Distribuite le verdure su ogni pizza e aggiustate di sale. Aggiungete un pizzico di origano e le olive nere sulla superficie.

  • Step 6

    Cuocete le pizze in forno a 250 ° C, fino a quando si noterà che la pasta sarà cotta e le verdure tenere.

  • Step 7

    Togliete le pizze dal forno, guarnitele con la rucola fresca e servitele ben calde.

Valuta questa ricetta

Consigli per cucinare Pizza vegetariana

In questa ricetta vi abbiamo proposto alcune verdure che ben si sposano tra di loro, ma naturalmente potete realizzare la vostra pizza vegetariana con le verdure di stagione che più preferite (o anche semplicemente con quelle che avete a disposizione).

Ricordate però di fare attenzione a tagliare i pezzi di dimensioni simili, e a scegliere ortaggi che non abbiano tempi di cottura troppo diversi, per garantire un risultato ottimale (ed evitare di bruciare qualcosa).

Infine, potete anche realizzare una pizza vegetariana senza mozzarella, sostituendola con un altro formaggio o omettendola del tutto: è un’ottima opzione se tra i vostri ospiti ci sono degli intolleranti al lattosio o dei vegani.

Potete servire la pizza vegetariana anche come gustoso antipasto, tagliata a fettine o a quadrotti.

Truco destacado de la receta
Prova il nuovo Gran Ragù con Polpette

nella versione Classica e Salsiccia

Provare per credere!

Pizza: una storia italiana

La pizza nasce da un’idea semplice, realizzata con ingredienti genuini, ed era diffusa in diverse varianti in tutti i paesi mediterranei: ad esempio, se ne trova traccia già presso gli egizi, i greci gli antichi romani, sebbene con forme diverse.

Ma la pizza come la conosciamo noi oggi è nata ed è stata perfezionata a Napoli, dapprima come focaccia “bianca” condita e poi con l’introduzione della salsa di pomodoro (all’incirca nel corso del Settecento, anche se le notizie in merito non sono particolarmente precise).

Secondo una credenza diffusa, la pizza venne esportata nel resto della penisola sul finire del XIX secolo, quando il cuoco Raffaele Esposito creò una versione di questo piatto con pomodoro, mozzarella e basilico, che - oltre ad essere una combinazione di ingredienti particolarmente azzeccata - rappresentavano anche i colori della bandiera italiana.

Infatti questa invenzione venne dedicata alla regina del neonato regno d’Italia, e divenne da allora la pizza per antonomasia: la margherita.

Anche se la storia è stato dimostrato essere falsa (la “margherita” esisteva a Napoli ben prima del signor Esposito e di questo regale nome), da quel momento il termine “pizza”, che fino ad allora indicava qualsiasi tipo di preparazione a pasta lievitata, principalmente dolce, passò ad indicare la pizza napoletana, a base di pasta di pane, pomodoro, mozzarella e basilico.

Ad oggi la pizza napoletana è riconosciuta come Specialità Tradizionale Garantita dell’Unione Europea, nonché come Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO.

Pizza con verdure fatta in casa

Vi proponiamo una ricetta semplice e veloce per la pizza fatta in casa (sempre ricordando che richiede comunque qualche ora di lievitazione), per gustare una buona pizza preparata con ingredienti sani e genuini, scelti da voi.

Si tratta di una ricetta vegetariana, una versione salutare e meno calorica di questo amatissimo piatto italiano: inoltre, è perfetta per convincere anche i più piccoli - a volte un po’ restii - a mangiare qualche verdura in più!

Alcuni consigli per la pizza con verdure

Realizzare una pizza soffice e gustosa non è sempre facile, ma con la nostra ricetta e qualche accorgimento in più non avrete problemi. Con il nostro impasto come base, potrete inventare innumerevoli ricette per pizze sfiziose e invitanti.

Anzitutto, la temperatura gioca un ruolo fondamentale: quando aggiungete l’acqua alla farina abbiate cura che sia a temperatura ambiente (poco più di 20°); inoltre, quando la lasciate a lievitare, l’ideale sarebbe tenerla tra i 25° ed i 28°: potete tenerla nel forno spento, oppure tenerla in prossimità di una moderata fonte di calore.

Infine, la temperatura del forno: l’ideale è cuocerla tra i 200° ed i 250°, in relazione sia alle dimensioni della pizza che realizzate, sia della potenza del forno che state utilizzando.

Sempre in relazione al forno, consultate le istruzioni prima di cuocere la vostra pizza vegetariana: infatti, alcuni forni hanno dei programmi specifici per questo tipo di preparazioni.