Fagioli all'uccelletto

I fagioli all’uccelletto sono un piatto tipico toscano a base di fagioli, pomodoro e salvia. Ne esistono diversi varianti e possono essere serviti sia come contorno che come piatto unico,Leggi di più...

  • > 60 min
  • Facile
  • 4 persone

Ingredienti

Preparazione Fagioli all'uccelletto

  • Fagioli all'uccelletto

    Step 1

    Mettete a bagno in acqua i fagioli cannellini per una notte.

  • Fagioli all'uccelletto

    Step 2

    Risciacquate i fagioli e fateli bollire con Il Mio Brodo Star di Verdure per circa 40 minuti. Scolateli ma tenete da parte il brodo.

  • Step 3

    Fate scaldare un tegame capiente. Aggiungete dell’olio extravergine di oliva e fate rosolare l’aglio e la salvia. Unite la passata di pomodoro e fate cuocere qualche minuto.

  • Fagioli all'uccelletto

    Step 4

    Aggiungete i fagioli cannellini e continuate la cottura a fuoco dolce. Se dovesse asciugarsi troppo il sugo, aggiungete il brodo usato per cuocere i fagioli. Fate cuocere per circa 20 minuti e regolate di sale. 
I fagioli all’uccelletto non devono risultare asciutti ma devono essere immersi in un goloso sughetto. Servite con del pepe nero macinato al momento.

Valuta questa ricetta

Consigli per cucinare Fagioli all'uccelletto

Vi consigliamo di cuocere i fagioli all’uccelletto in una pentola di coccio, come vuole la tradizione. Potete poi servirli con una spolverata di pecorino grattugiato fresco.

A piacere, potete servirli anche con delle fette di pane toscano condito con olio e sale, oppure con dei piccoli crostini di pane abbrustoliti.  

Truco destacado de la receta
Prova il nuovo Gran Ragù con Polpette

nella versione Classica e Salsiccia

soprattutto se arricchiti con la salsiccia.

Si tratta di un piatto povero che veniva preparato soprattutto dai contadini. Accanto alla ribollita e alla pappa al pomodoro, è un piatto che fa parte della tradizione contadina toscana.

Fagioli all’uccelletto: perché si chiamano così?

Nonostante il nome, i fagioli all’uccelletto sono un piatto vegetariano. Il nome deriva dal fatto che questo piatto è a base di pomodoro, aglio e salvia, condimenti che tradizionalmente venivano usati proprio per preparare l’arrosto di uccelletti. In questa ricetta però non c’è traccia di volatili.

Quali fagioli utilizzare?

I fagioli più comunemente usati per questa ricetta sono i fagioli cannellini. A seconda del territorio si possono usare anche i fagioli borlotti o i fagioli monachini. I fagioli cannellini all’uccelletto sono i più famosi, e sono quelli che prepareremo in questa ricetta.

Vediamo ora come fare i fagioli all’uccelletto.

Varianti per i fagioli cannellini all’uccelletto

I fagioli all’uccelletto si preparano spesso con l’aggiunta di salsiccia. Va aggiunta direttamente con il soffritto di aglio e salvia, sbriciolata oppure a pezzi.

Questo piatto si prepara spesso anche con la pancetta, soprattutto nella zona del Lazio. Con l’aggiunta di salsiccia e pancetta, i fagioli all’uccelletto possono diventare un sostanzioso piatto unico.

Se invece li servite come contorno, potete abbinarli a della carne, come ad esempio un’arista di maiale arrosto o della selvaggina, per un secondo piatto corposo e completo da servire in una domenica di festa.

Trucco per rendere i fagioli più digeribili

Per rendere i fagioli più digeribili, aggiungete all’acqua di ammollo un pizzico di bicarbonato oppure un pezzo di alga kombu. Quest’ultima non è un ingrediente tipico, ma contribuisce ad aumentare la digeribilità dei fagioli.

Fagioli all’uccelletto in pentola a pressione

Se avete poco tempo a disposizione potete utilizzare la pentola a pressione per la cottura dei fagioli cannellini. Basteranno 12-13 minuti dal fischio. Proseguite poi la preprazione seguendo la ricetta.

In alternativa potete anche utilizzare i fagioli cannellini in scatola già cotti. In questo caso basterà sciacquarli e poi aggiungerli direttamente dopo aver cotto la passata di pomodoro per circa 12 minuti. Tutta la preparazione sarà molto più veloce.

Altre ricette con i fagioli

I fagioli sono spesso utilizzati per le zuppe, soprattutto nella stagione invernale. Provate ad esempio questa zuppa invernale con i fagioli dell’occhio. Si tratta di una zuppa corposa e sostanziosa, adatta ad essere servita nelle fredde sere d’inverno.