Calamarata con molluschi

Il sugo di pesce, che bonta! E quando seppioline, calamaretti e moscardini incontrano una pasta d'eccellenza come la calamarata, il piatto della domenica è pronto da servire. Basta aggiunge un filo di pomodoro e una spruzzata di prezzemolo fresco e tutto l'aroma del mare innonderà la vostra tavola.Leggi di più...

  • 20-40 min
  • Facile
  • 4 persone

Ingredienti

  • Star Sugo Lampo

Preparazione Calamarata con molluschi

  • Pulite calamari, moscardini e seppioline, eliminando le interiora e le parti di scarto, e tagliateli a rondelle, lasciando qualche mollusco intero.

    Step 1

    Pulite calamari, moscardini e seppioline, eliminando le interiora e le parti di scarto, e tagliateli a rondelle lasciando qualche mollusco intero.

  • Step 2

    In una padella, soffriggete lo spicchio d’aglio, dopo aver eliminato l’anima, con la cipolla precedentemente tritata. Unite i molluschi e il contenuto di una confezione de I Fondenti in padella Star Prezzemolo e Aglio.

  • Step 3

    Lasciate cuocere per 5 min.; poi aggiungete il concentrato Star Sugo Lampo e terminate la cottura a pentola coperta per altri 15 min.

  • Step 4

    Cuocete la pasta in abbondante acqua salata per il tempo indicato sulla confezione, scolatela al dente e fatela saltare con il sugo e i molluschi. Servite con un trito fresco di prezzemolo.

Valuta questa ricetta

Consigli per cucinare Calamarata con molluschi

Trucco: aglio più digeribile

È un trucco risaputo e noi ve lo ricordiamo qui. Per rendere l'aglio più digeribile basta eliminate l’anima  prima di tritarlo. Il soffritto avrà un sapore meno forte ma altrettanto saporito e molto più digeribile. 

Prova il nuovo Gran Ragù con Polpette

nella versione Classica e Salsiccia

Se vi piacciono i piatti di mare provate anche queste saporite lasagne da far seguire da una delicata insalata con alghe e calamari

La calamarata è un tipo di pasta corta molto orginale, usata spesso nella cucina partenopea. La pasta ha una forma che ricorda gli anelli dei calamari, da qui il suo nome. In generale si accompagna a sughi di pesce, ancora meglio se a base di mollucshi come quello della nostra ricetta.