Uova pasquali

Avete già pensato a come cucinare le uova per Pasqua? Per colorare la vostra tavola e rendere onore alla tradizione, vi proponiamo un prezioso antipasto con l'ingrediente simbolo della Pasqua italiana: le uova.Leggi di più...

  • 20-40 min
  • Facile
  • 4 persone

Ingredienti

Preparazione Uova pasquali

  • Tritate finemente 2 cipolle con qualche rametto di timo; soffriggete il trito in padella con 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva.

    Step 1

    Tritate finemente 2 cipolle con qualche rametto di timo; soffriggete il trito in padella con 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva. A parte, in un pentolino, fate bollire 4 uova per 8 min., poi lasciatele raffreddare in acqua fredda: in questo modo riuscirete a pelarle più facilmente.

  • Sbattete le altre 4 uova con sale e pepe e versate in padella sulla cipolla soffritta; lasciate cuocere per 5 min. continuando a mescolare.

    Step 2

    Sbattete le altre 4 uova con sale e pepe e versate in padella sulla cipolla soffritta; lasciate cuocere per 5 min. continuando a mescolare.

  • Step 3

    Servite le uova strapazzate con cipolla come base delle uova sode; guarnite con qualche rametto di timo fresco e con una spolverata di pepe.

Valuta questa ricetta

Consigli per cucinare Uova pasquali

Trucco: aggiungere il timo al trito di cipolla

Aggiungete il timo fresco al trito di cipolla e fateli soffriggere insieme per rendere il piatto più saporito.

Star al tuo fianco

Star al tuo fianco, per ripartire insieme

Si possono cucinare in molti modi ma, con questa ricetta pensiamo di avere unito egregiamente semplicità e fantasia. Che ne pensate?

Sapete perché le uova sono un simbolo pasquale? Già in epoca "pagana" rappresentavano la rinascita. Con l'avvento del cristianesimo sono passate a simboleggiare la resurrezione di Cristo. Anche il modo di prepararle e regalarle è cambiato. Nell'antichità, infatti, si cucinavano e regalavano uova vere, come nella nostra ricetta, solo recentemente sono diventate il dolce pasquale con la sorpresa che conosciamo tutti.