Rotolo di frittata al pesto, caprino e rucola

rotolo di frittata

0 Voti | 0 Commenti

Il rotolo di frittata al pesto, caprino e rucola è un antipasto gustoso, scenografico e molto facile da fare, adatto ad essere servito anche come secondo piatto se accompagnato con dell’insalata fresca o con un altro contorno.

Viene servito freddo e quindi si può preparare in anticipo, fino a 24 ore prima. Spesso si è alla ricerca di ricette per frittate sfiziose, e questa fa proprio al caso nostro.

Come cuocere la frittata per il rotolo?

Potete cuocere la frittata arrotolata sia in padella che in forno: in entrambi i modi avrete sicuramente un ottimo risultato. In questa ricetta abbiamo scelto la cottura al forno,  che è quella più lunga ma presenta anche alcuni vantaggi.

Innanzitutto, se utilizzare una teglia rettangolare, avrete già la forma più comoda da arrotolare ed eviterete il delicato passaggio della rotazione della frittata, che va fatta necessariamente con la cottura in padella. Diciamo quindi che per preparare una frittata da farcire, è più pratica la cottura in forno.

Frittata ripiena: un piatto goloso e nutriente

Le frittate in generale, ed anche questo rotolo di frittata al forno, sono piatti molto nutrienti poiché a base di uova. Chiaramente dipende anche dal ripieno, ma in generale si riesce anche con ingredienti semplici a preparare frittate particolari e sfiziose!

Avendo il vantaggio di poter essere affettati, i rotoli di frittata sono una comoda idea di stuzzichino da servire per un buffet. Ci sono tantissime frittate fredde che si preparano davvero con pochi ingredienti e hanno molto successo tra grandi e piccini.

Vediamo ora come si prepara la nostra frittata farcita al pesto, preparato con il Tigullio GranPesto alla Genovese.

  • 40-60 min
  • 4
  • Facile
  • Secondi

Ingredienti

  • 6

    uova

  • 100 ml di

    latte

  • 80 g di

    parmigiano reggiano grattugiato

  • 1 vasetto di

    Tigullio GranPesto alla Genovese

  • 300 g di

    caprino fresco

  • 2 manciate di

    rucola fresca

  • olio extravergine di oliva

  • burro per la teglia

Dai il tuo tocco personale!

Preparazione: Rotolo di frittata al pesto, caprino e rucola

rotolo di frittata
Step 1
rotolo di frittata
Step 2
rotolo di frittata
Step 3
rotolo di frittata
Step 4
rotolo di frittata
Step 5
  • Step 1

    Mettete le uova in una terrina e sbattetele con una forchetta. Aggiungete il latte, il Tigullio GranPesto alla Genovese ed il parmigiano grattugiato. Sbattete il tutto energicamente, in modo che tutti gli ingredienti siano ben amalgamati.

  • Step 2

    Versate il composto di uova, pesto e formaggio in una teglia da forno rettangolare, rivestita di carta forno ed imburrata. Fate cuocere in forno a 180°C per circa 20 minuti, fino a che la superficie non sarà dorata.

  • Step 3

    A fine cottura, sfornate la frittata e lasciate intiepidire. In una ciotola lavorate il caprino con un cucchiaio di olio extravergine di oliva, in modo che diventi più cremoso e quindi più facile da spalmare.

  • Step 4

    Spalmate il caprino sulla frittata ed aggiungete la rucola fresca. Arrotolate la frittata delicatamente dal lato lungo del rettangolo, aiutandovi con la carta forno.

  • Step 5

    Chiudete le estremità e fate raffreddare bene in frigorifero: in questo modo sarà più facile da affettare. Tagliate a fette e servite con dell’altra rucola fresca.

Frittata o omelette?

Sapete che differenza c’è tra la classica frittata e l’omelette francese? Le differenze sono più di una. Innanzitutto, la frittata si deve cuocere da entrambi i lati oppure può essere cotta in forno.

L’omelette invece va cotta solo da un lato, e deve rimanere più cremosa. È a base di sole uova, che devono venire montate bene in modo da ottenere una consistenza morbida e spumosa.

A differenza delle frittate, che possono avere all’interno molti ingredienti, le omelette sono fatte, come detto, di sole uova. Eventuali altri ingredienti non vanno mescolati alle uova, ma adagiati in mezzo, in modo da farcirla come una sorta di panino o di wrap.

Un’altra grande differenza è che le omelette vengono servite solitamente calde. Le frittate invece possono essere servite anche fredde, come nel caso della nostra frittata arrotolata con pesto, caprino e rucola. Il giorno dopo sono ancora più buone!

Rotolo di frittata ripieno: tantissime occasioni d’uso

Il rotolo di frittata al forno va servito freddo, quindi le possibilità di portarlo in tavola sono tantissime. Come detto, può essere servito per un buffet ma anche per tante altre occasioni.

Ad esempio, a una festa per bambini, una frittata ripiena con prosciutto e formaggio può essere servito come una golosa merenda.

Oppure può essere un’idea da preparare per un picnic. Potete infatti farcire dei piccoli panini con il rotolo tagliato a fette: saranno squisiti e freschi.

Tante idee per frittate sfiziose

I rotoli di frittata sono una perfetta base per essere farciti. Se avete voglia di un rotolo di frittata vegetariano, provate a farcirlo con zucchine e feta, oppure con peperoni e robiola. Per una frittata ripiena più sostanziosa, provate la versione con salsiccia e funghi oppure quella con stracchino, prosciutto crudo e rucola.

Se volete utilizzare un alto pesto pronto, provate il Tigullio GranPesto Pomodori Secchi e Pistacchi, abbinato a del prosciutto crudo appena affettato. Avrete un rotolo di frittata profumatissimo e molto gustoso.

Ovviamente, oltre che i rotoli, potete anche preparare delle classiche frittate, come ad esempio questa con melanzane e formaggio, comoda per essere tagliata a cubetti. Molto buona è anche la classica frittata di pasta.

Consigli di preparazione: Rotolo di frittata al pesto, caprino e rucola

Per un rotolo di frittata farcito ancora più sfizioso, aggiungete al caprino un paio di cucchiai di pinoli tostati. Avrete un tocco croccante che si abbina molto bene al pesto.

Il Tigullio GranPesto alla Genovese risolve molte situazioni in cucina poiché, oltre ad essere adatto per condire la pasta, si presta a moltissimi usi. Tutto il profumo del pesto e del basilico fresco saranno sempre a portata di mano per le vostre ricette. Se non amate l’aglio, potete anche usare il Tigullio GranPesto senz’Aglio.

Altri contenuti che ti potrebbero interessare...

Per poter partecipare, ricordati che devi registrarti per entrare a far parte della nostra community.

Se sei registrato...

Entra
o

Non sei ancora un membro della community?

Registrati
shadow