L’idea dolce delle Poste belghe

Oggi, la posta elettronica e gli smartphone hanno convertito in obsoleta la posta tradizionale. In Belgio, per frenare l’emorragia di utenti delle Poste, hanno deciso di offrire una nuova opportunità alla classica lettera o cartolina.

Basta con il fastidioso sapore amaro a colla, è giunto il momento del francobollo al cioccolato! Dal 2013, i belgi potranno spedire lettere molto speciali usando uno dei prodotti di eccellenza del paese. Questa è l'idea che hanno avuto i responsabili del servizio postale per spronare i cittadini a recuperare l'abitudine di comunicare tramite le intramontabili lettere e lasciar da parte, per qualche momento, le nuove tecnologie.

Riuscirà questa iniziativa a risollevare le sorti delle Poste tradizionali? Se così sarà, possiamo immaginare che tutti i paesi del mondo adotteranno la stessa strategia: gli Stati Uniti lanceranno i francobolli con sapore a ketchup, la Germania con sapore a wurstel e l’Italia a… spaghetti alla carbonara.

Se le Poste Italiane lanciassero questa iniziativa nel nostro Paese, quale sapore mettereste nei nostri francobolli?

Vota questo articolo