La storia di slow food al cinema!

Siete anche voi curiosi di sapere chi sia in realtà il fondatore della filosofia del “mangiare lento”? Carlo Petrini e il suo gruppo di amici gourmand hanno dato il via a una vera e propria rivoluzione nel modo di affrontare "lo stare a tavola" dei tempi moderni. Un film di prossima uscita ne immortala la traiettoria.

Nel 1986 un gruppo di amici che “amava andar per trattorie” fondò a Bra l’associazione l’ArciGola, tra questi vi era Carlo Petrini. L’associazione si proponeva di mantenere viva la tradizione italiana del “mangiare bene”, con piatti a base di prodotti sani, locali e consumati … senza troppa fretta. Il messaggio era chiaro: prendetevela con colma, soprattutto quando siete a tavola!

Dopo alcuni anni, su impulso di Petrini, ha inizio l’avventura di Slow Food nel mondo. L’associazione, oggi di dimensioni internazionali, si è fatta, e si fa, carico di molte battaglie. Tra queste, promuovere: la filosofia del prodotto “buono, pulito e giusto”; il chilometro zero (ovvero, prodotti locali e più ecologi); il progetto Terra Madre, che si propone, tra le altre cose, la difesa della biodiversità.

Siete Curiosi di saperne di più? Ebbene, il 30 maggio in tutte le sale italiane esce “Slow Food Story”, diretto da Stefano Sardo e già presentato al Festival di Berlino. Tra le chicche: Carlo Petrini in persona che interpreta se stesso!

Volete un assaggio? Eccovi il trailer, dove già  dai primi istanti si può intuire che ... Petrini è un personaggio veramente speciale. Buona visione!

 

 

Che ne pensate? Siete anche voi fautori del “mangiare lento”?

 

Vota questo articolo