In cucina sul Po con un pesce mitico!

È un pesce quasi mitico, leggendario, che per un certo periodo era sparito dai nostri fiumi e che dal suo ritorno (alla fine degli anni ’90) è tornato a essere protagonista sulle rive del fiume Po.

 

E per chi ama le leggende, si narra che questo grande pesce dalla pelle liscia, il corpo cartilagineo e il tipico muso allungato popolasse le acque del pianeta ancor prima dell’epoca dei dinosauri ...

Oggi, per la gioia non soltanto dei pescatori, ma anche dei cuochi, lo storione è tornato a popolare le acque del Po. E non si può dimenticare che, oltreché per la sua taglia e le sue carni saporite, il pesce è arci-noto per le sue uova – tra cui il pregiato caviale - che si usano in cucina per rendere più gustose antipasti e aperitivi.

Il nostro protagonista di oggi è quello al quale si rende omaggio a Burana, nel ferrarese, dove nei fine settimana del 27-28 luglio e del 3-4, 10-11 agosto si organizza la Sagra dello Storione e del pesce di mare (frazione di Bondeno).

Quale occasione più ghiotta per degustare le prelibatezze dei cuochi, come, ad esempio: antipasto di storione in agrodolce e cappellacci ripieni di zucca conditi con storione affumicato?

Per l’occasione anche il Museo della civiltà e della tradizione gastronomica di Burana potrà essere visitato.

 

Conoscete qualche ricetta originale con lo storione? Inviatecela per la pubblicazione.

 

 

 

 

 

 

 

 

Vota questo articolo