Il trionfo del cibo “umile”

Tempo di crisi, tempo di ritorno alle origini e alla moderazione dei consumi. In questo rientra la gastronomia che, secondo gli studiosi di tendenze, vede il riapparire di ingredienti e cibi semplici e “antichi”.

 

Così si può riassumere quanto si evince dai recenti titoli di riviste e quotidiani internazionali nelle loro rubriche dedicate al cibo e alla gastronomia (El País, The New York Times, Edible Boston …).

La crisi economica, che ha picchiato duro nel secondo decennio del XXI secolo, porta con sé un cambio di mode, tendenze e necessità. E così, l’attuale consumatore, più attento al portafogli, si sta volgendo al passato in un recupero quasi nostalgico di cibi e ingredienti che, oltre ad essere più economici, sono persino più buoni.

Secondo le fonti, è il trionfo della cucina con broccoli, cipolle, cetrioli (e simili) sott’aceto. Questi, non soltanto permettono di preparare pietanze gustose, ma anche più sane. È noto a tutti, infatti, che la cipolla sia un’efficace antiossidante e un’eccezionale “brucia grassi”. Per cui, un semplice gratin di cipolle e pomodori non sarà soltanto un piatto economico ma farà felice il palato e l’organismo.

I broccoli, oltre a essere ricchi di vitamine e fibre vegetali, hanno molte poche calorie (soprattutto se consumati bolliti o al vapore) e costituiscono un eccezionale antiossidante. La nostra ricetta preferita? Sontuose cipolle ripiene alla canavesana. Entrano nel trend anche i cetriolini, che in preparazioni sott’aceto sono tornati di gran moda anche nelle rubriche del fai-da-te. Questi hanno un potere di decorazione eccezionale e sono, oltreché economici, appropriati per depurare l’organismo. A questo scopo, tra le ricette di Star, consigliamo una delicata crema di cetrioli e menta, ottima per iniziare un pasto!

 

E a proposito di ricette con ingredienti “semplici”, avete già provato i nostri tajarin al nero di seppie con broccoli?

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Vota questo articolo