Cene nascoste in giro per il mondo

In Italia è appena agli albori, ma il fenomeno che arriva dagli USA (e da dove altrimenti!) è già molto diffuso in molte capitali europee: a Parigi, Londra, Berlino e Barcellona, si va a cena in case di privati con emeriti sconosciuti. E ora anche in Italia: primo appuntamento Milano!

Si dice Hidden Kitchen, che in italiano significa cucine nascoste, e si traduce in cene e pranzi che si consumano in spazi privati (loft, garage, case, appartamenti) assieme a perfetti sconosciuti: viaggiatori, turisti o semplicemente curiosi.

Il fenomeno funziona attraverso il passaparola e certamente ha il suo centro di smistamento in internet e Facebook.

È un modo simpatico, originale e decisamente “social”, di viaggiare e scoprire la gastronomia locale andando a cena dai privati, condividendo, magari, una buona buorguignon con persone che non si conoscono affatto e che, probabilmente, staranno assieme il tempo di un pasto.

Anche Milano ha il suo “indirizzo nascosto”: Ma’ Hidden Kitchen Supper Club

L’idea è venuta a Melissa e Lele, che, dopo un’esperienza iniziatica in un garage di San Francisco, hanno deciso di esportare questa moda in Italia. Dove? A Milano, a casa loro ... of course!

 

Che ne pensate? Vi piacerebbe cenare a casa di sconosciuti?

Vota questo articolo