Bollicine nel mondo

Il 2012 si chiude con un nuovo record di esportazione per il Prosecco e gli spumanti italiani. E i produttori brindano a un Natale frizzante, nonostante la crisi.

Già dall’inizio dell’anno i primi dati sulle vendite di spumanti facevano pensare a un’annata dorata. E infatti, ad aprile le esportazioni avevano marcato un più 9% rispetto allo stesso mese del 2011. I dati pubblicati dall’Osservatorio economico Ovse-Ceves della seconda metà del 2012 confermano questa tendenza. Aumentano soprattutto il Prosecco Superiore Spumante Docg e il Prosecco Doc.

In tempi di crisi, con un mercato interno sempre più castigato (nonostante ci siano stati segnali di stabilizzazione in Italia nella seconda parte dell’anno), i produttori si sono lanciati alla conquista dei mercati dei paesi in via di sviluppo. Crescono le esportazioni in Cina, Russia e India, mentre si mantengono le destinazioni che già apprezzano le bollicine made in Italy, come Usa, Germania e Regno Unito.

Il prosecco è un vanto per il made in Italy. Voi con che piatto lo accompagnereste?

Copyright Foto: “Consorzio Tutela Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore

Vota questo articolo