Video ricetta di mezzelune di ricotta e spinaci al pesto

1 Voti | 0 Commenti

La pasta fresca sa di pranzo della domenica trascorso in famiglia attorno a una tavola imbandita con ogni tipo di leccornia. Per iniziare al meglio, vi consigliamo di preparare delle mezzelune di ricotta e spinaci al pesto.

Come comporre un saporito piatto di mezzelune di ricotta e spinaci al pesto

Prima di addentrarvi nella lettura di questa ricetta, dovete domandarvi se vi piace preparare la pasta fatta in casa. Poiché oggi è di questo che si tratta: un fai da te della pasta. La pasta fresca è la quintessenza della cucina italiana. Dominio, nel passato, delle nostre mamme e delle nostre nonne, è oggi molto più alla portata di tutti, grazie al moltiplicarsi di negozi presso i quali è possibile acquistare tutti i giorni tagliatelle, ravioli o tortellini fatti a mano.

Ogni tanto, però, è bene ricordarsi delle tradizioni, tirare fuori dal cassetto il mattarello, procurarsi farina e uova e mettere letteralmente le mani in pasta. Per questo motivo, oggi vi spieghiamo come comporre delle mezzelune di pasta fresca con un ripieno semplice e squisito, a base di ricotta e spinaci, da condire generosamente con il nostro Tigullio GranPesto alla Genovese.

Grazie alla nostra ricetta, vedrete com'è facile portare in tavola un primo piatto profumato e saporito, adatto a tutte le stagioni e che dà il meglio di sé d'estate, quando il basilico risulta ancora più aromatico. A questo punto, alcuni di voi potrebbero domandarsi...e le mezzelune come si fanno? 

Date un'occhiata al video e scoprirete che, grazie a un semplice bicchiere e a un po' di manualità, anche il mistero delle mezzelune è presto risolto!

  • 20-40 min
  • 4
  • Facile
  • Primi

Ingredienti

Dai il tuo tocco personale!

Preparazione: Video ricetta di mezzelune di ricotta e spinaci al pesto

Fate cuocere gli spinaci con un filo di olio e un pizzico di sale, a fine cottura frullateli con un frullatore a immersione, aggiungete la ricotta agli spinaci e mescolate bene.
Step 1
Preparate la pasta lavorando le uova con la farina e un pizzico di sale, poi stendete il composto con un mattarello e con un coppapasta formate dei dischi di circa 4 cm di diametro.
Step 2
Farcite i dischi con un cucchiaino di impasto ciascuno, chiudeteli ripiegandoli su se stessi e schiacciate i bordi con i rebbi di una forchetta.
Step 3
  • Step 1

    Fate cuocere gli spinaci con un filo di olio e un pizzico di sale. A fine cottura frullateli con un frullatore a immersione, aggiungete la ricotta agli spinaci e mescolate bene.

  • Step 2

    Preparate la pasta lavorando le uova con la farina e un pizzico di sale, poi stendete il composto con un mattarello e con un coppapasta formate dei dischi di circa 4 cm di diametro.

  • Step 3

    Farcite i dischi con un cucchiaino di impasto ciascuno, chiudeteli ripiegandoli su se stessi e schiacciate i bordi con i rebbi di una forchetta. Fate cuocere le mezzelune in abbondante acqua salata e con un pizzico di olio per 4-5 min.

  • Step 4

    Scolate e fate saltare in padella con poco olio extravergine di oliva e 3 cucchiai di Tigullio GranPesto alla Genovese. Impiattate e servite subito!

La pasta fresca è la regina dei primi piatti italiani. Sia che la prepariate personalmente o che la compriate già fatta, con questo ingrediente davvero basilare potete creare un'infinità di ricette. Gli amanti del pesce, ad esempio, potranno farcire dei triangoli di pasta fresca al ragù di pesce oppure preparare una fresca ed estiva millefoglie con pomodorini e fontina. Sempre a base di pasta fresca, e sempre da condire con il Tigullio GranPesto (pasta fresca e pesto sono un connubio perfetto), ecco anche le popolarissime trofie al pesto

Tornando all'ingrediente principale del nostro piatto di oggi, ricordiamo che le origini della pasta si perdono in un lontanissimo passato. Per quanto riguarda l'Italia, dagli Etruschi a oggi la pasta fatta in casa ha fatto tanta strada, dando vita a piatti straordinari replicati, ormai, in tutto il mondo.

Ricordiamo infine che per preparare la pasta fresca si può usare semola o farina di grano tenero, a differenza della pasta secca che si prepara esclusivamente con la semola di grano duro. Ecco spiegato perché il Sud Italia, dove si concentra la produzione di semola, sia specializzato nella produzione di penne, pennette, e fusilli mentre, al Nord, specializzato nella produzione di grano, abbiamo delle vere e proprie capitali della pasta fresca: Torino per gli agnolotti, Genova per i ravioli e Bologna per i tortellini.

 Qual è il vostro tipo di pasta preferito? Volete farcelo sapere?

Consigli di preparazione: Video ricetta di mezzelune di ricotta e spinaci al pesto

A volte può capitare che durante la fase di cottura la pasta con il ripieno rilasci il suo contenuto. Se ripassate i bordi con i rebbi di una forchetta, questo non dovrebbe succedere, ma se volete essere assolutamente sicuri ed evitare il peggio, un altro trucchetto per non farli aprire consiste nello spennellare i bordi con dell’uovo sbattuto. Provate e fateci sapere!

Altri contenuti che ti potrebbero interessare...

Per poter partecipare, ricordati che devi registrarti per entrare a far parte della nostra community.

Se sei registrato...

Entra
o

Non sei ancora un membro della community?

Registrati
shadow